Tonon-Ferrari & Partners

news

08 February 2018
08 February 2018

Sulla validità del licenziamento irrogato via e-mail

-Sulla validità del licenziamento irrogato via e-mail- La Corte di cassazione, con la sentenza numero 29753/2017, ha affermato che il messaggio di posta elettronica è idoneo a integrare il requisito della comunicazione per iscritto previsto per il licenziamento, purchè ci sia certezza che l'e-mail sia stata effettivamente ricevuta dal lavoratore. L'articolo 2 della legge numero 604 del 1966, infatti, prevede l’onere del datore di lavoro di comunicare il licenziamento al lavoratore per iscritto, specificando anche i motivi che lo hanno determinato, pena l'inefficacia del recesso. Proprio con riferimento a tale norma, la Corte di cassazione, richiamando anche altre precedenti pronunce, ha sancito che "il requisito della comunicazione per iscritto del licenziamento deve ritenersi assolto, in assenza della previsione di modalità specifiche, con qualunque modalità che comporti la trasmissione al destinatario del documento scritto nella sua materialità".
Torna a tutte le news