Tonon-Ferrari & Partners

news

24 February 2018
24 February 2018

Sulla giusta causa di licenziamento del dipendente che usufruisce del riposo compensativo

E’ legittimo il licenziamento per giusta causa del dipendente che usufruisce di un giorno di riposo compensativo presentando un certificato falso, attestante la presunta partecipazione all’attività elettorale. Lo ha stabilito la Cassazione con una recente sentenza, la n. 1631 del 23.01.2018, sostenendo che il comportamento assunto dal lavoratore (dichiarando il falso) non può ricondursi ad un mero disguido o confusione sulla data del rientro al lavoro, né ad una mera assenza ingiustificata, ma al consapevole uso di un attestato falso al fine di usufruire di un riposo compensativo non spettante, ipotesi certamente riconducibile al concetto di giusta causa previsto dalla legge, e non contraddetto dalla contrattazione collettiva che non disciplina affatto con minore sanzione (conservativa) simile fattispecie.
Torna a tutte le news