Tonon-Ferrari & Partners

news

16 February 2018
16 February 2018

Sul licenziamento disciplinare e sulla tardività della contestazione

La sentenza 30985 del 2017 delle Sezioni Unite della Cassazione ha risolto il contrasto tra gli orientamenti di legittimità relativamente alla tutela da applicare in caso di tardività della contestazione disciplinare, affermando che la dichiarazione giudiziale di risoluzione del licenziamento disciplinare - conseguente all’accertamento di un ritardo notevole nella contestazione - comporta l’applicazione del rimedio sanzionatorio del comma 5 dell’art. 18, ossia la condanna al pagamento di una indennità risarcitoria omnicomprensiva determinata tra un minimo di dodici ed un massimo di ventiquattro mensilità dell’ultima retribuzione globale di fatto.
Torna a tutte le news