Tonon-Ferrari & Partners

news

17 Gennaio 2018
17 Gennaio 2018

Licenziamenti collettivi - raddoppia il costo del ticket

La legge di bilancio per il 2018 ha previsto che il contributo a carico dei datori di lavoro, rientranti nel campo di applicazione CIGS, che effettuano un licenziamento collettivo, passa da un valore pari al 41% del massimale NASPI (il trattamento di disoccupazione) a un valore pari all’81% del medesimo importo. Nello specifico, i licenziamenti fondati su GMO di natura individuale non subiscono alcun aumento. L’importo del contributo, invece, in ipotesi di licenziamento collettivo, si triplica se la procedura di riduzione del personale si conclude senza un accordo sindacale. Rammentiamo, infine, da un lato, che la quantificazione del contributo è effettuata in proporzione all’anzianità di servizio, con un valore per ciascun anno di storia lavorativa sino a un massimo di 36 mesi e, dall’altro, l’esenzione dal pagamento del contributo in ipotesi di risoluzione consensuale.
Torna a tutte le news