Tonon-Ferrari & Partners

news

24 Gennaio 2018
24 Gennaio 2018

Il licenziamento per motivi economici

La Cassazione ha recentemente ricordato che il giustificato motivo oggettivo di licenziamento è ravvisabile anche in ipotesi di una diversa ripartizione di determinate mansioni fra il personale in servizio, attuata a fini di una più economica ed efficiente gestione aziendale, nel senso che certe mansioni possono essere suddivise fra più lavoratori, ognuno dei quali se le vedrà aggiungere a quelle già espletate, con il risultato finale di far emergere come in esubero la posizione lavorativa di quel dipendente che vi era addetto in modo esclusivo o prevalente. Si dovrà comunque verificare il rapporto di congruità causale fra la scelta imprenditoriale e il licenziamento, sicché non basta che i compiti un tempo espletati dal lavoratore licenziato siano stati distribuiti ad altri, ma è necessario che tale riassetto sia all'origine del licenziamento anzichè costituirne mero effetto di risulta" (Sez. Lavoro n. 29238 del 6.12.17).
Torna a tutte le news