Tonon-Ferrari & Partners

news

19 Settembre 2017
19 Settembre 2017

Il caso dei Bond argentini

Nel giudizio di risarcimento del danno proposto da un risparmiatore, il giudice di merito, per assolvere l'intermediario finanziario da responsabilità conseguente agli obblighi informativi previsti dalla legge, non può limitarsi ad affermare che manca la prova della sua negligenza o dell'inadempimento, ma deve accertare se sussiste effettivamente la prova positiva della sua diligenza e dell'adempimento delle obbligazioni poste a suo carico. In mancanza di tale prova, che è a carico dell'intermediario fornire, questi sarà tenuta al risarcimento dei danni degli eventuali danni causati al risparmiatore.

Così si è espressa la Corte di Appello di Roma accogliendo integralmente le nostre tesi, conformemente a quanto statuito di recente dalla Corte di Cassazione.
 

Torna a tutte le news